I bambini sono la risorsa più preziosa della società. Come giovani alberelli, essi crescono e si sviluppano in base a come sono stati curati, agli stimoli che hanno ricevuto e alle esperienze che hanno vissuto. L’educazione spirituale dei bambini è volta ad allevare giovani spiritualmente vivaci e sani che possano crescere liberi da pregiudizi, ottimisti e consapevoli di essere importanti per Dio e di ricoprire un proprio ruolo nel servire l’umanità.

La comunità bahá’í è sensibile al dovere di rispondere al desiderio spirituale di crescita dei più piccoli e molti dei suoi giovani sono pronti a occuparsi dello sviluppo delle generazioni più giovani. Le attività per l’educazione dei bambini sono quindi tra le prime a svilupparsi nelle comunità.

Le istituzioni bahá’í affidano la conduzione di queste classi a persone capaci e competenti, che sappiano creare un ambiente sicuro per i bambini che vi partecipano. In genere i primi a rendersi disponibili come insegnanti delle classi dei bambini sono proprio le madri e i giovani della comunità.

I materiali utilizzati per la formazione degli insegnanti sono stati sviluppati dall’Istituto Ruhí della Colombia, un’organizzazione educativa senza scopo di lucro di ispirazione bahá’í.

In anni recenti, l’Istituto Ruhí  ha dato un importante e crescente contributo alla formazione di insegnanti capaci di condurre classi per l’educazione spirituale dei bambini. Esso ha prodotto libri da usare nelle classi per bambini organizzate localmente che promuovono l’acquisizione di qualità spirituali come la gentilezza, la generosità, la purezza, qualità divine che il cuore umano può rispecchiare.

In Italia attualmente ci sono una cinquantina di insegnanti e i loro collaboratori che conducono queste classi in diverse città. Per sapere se ci sono anche nella tua città puoi contattare questo indirizzo: segreteria@bahai.it

Equipe di Casalecchio di Reno (BO):

  • Pantea Heidarzadeh: Esperta nei laboratori educativi e creativi. Formata sulla sequenza dei libri dell’Istituto Ruhí.
  • Ghita Naziri: Insegnante dei laboratori di educazione morale. Formata sulla sequenza dei libri dell’Istituto Ruhí. Cantante di teatro.
  • Martin Mansour: Collaboratore.

Come diventare insegnante del laboratorio:

Se hai a cuore l’educazione dei bambini e se hai un età compresa tra i 15 e i 70 anni, potrai partecipare gratuitamente a un percorso di formazione che ti preparerà a diventare un insegnante capace di condurre questi laboratori. Se hai meno di 15 o più di 70 anni, potrai diventare un ottimo collaboratore e il tuo contributo sarà molto prezioso.

È a disposizione un programma di formazione, di empowerment e sviluppo, per coloro che sono interessati ad apprendere come servire nel ruolo di insegnante di questi laboratori e riuscire a dare vita alla loro classe. 

Tra i temi proposti dai libri dell’Istituto Ruhí vi sono i seguenti: come creare ambienti che aiutino le persone ad attingere alle forze spirituali che possono scaturire dalla preghiera e dalla meditazione, come rafforzare i legami di amicizia e renderli più stabili, come relazionarci con le persone di diversa provenienza culturale e sociale, come trovare il modo di trasmettere agli altri concetti profondi e socialmente utili e come far sì che l’educazione delle giovani generazioni sia considerata prioritaria e venga integrata nella vita della comunità, come mantenere un ambiente che aiuti i giovani a sviluppare le loro capacità intellettuali e le loro qualità spirituali e infine come generare nelle famiglie dinamiche che ne favoriscano l’unità facilitando così il conseguimento del loro benessere materiale e spirituale.

Note: La Comunità Internazionale Bahá’í è riconosciuta dalle Nazione Unite e tra le Organizzazioni Non Governative: FAO, UNICEF ed ECOSOC. In Italia come Ente Morale con decreto DPR n.1106 del 1966. Per approfondirsi visitare il sito www.bahai.it